Consumazione pasto da casa

A seguito delle pressanti richieste che pervengono da parte dei genitori, vista la sentenza del Consiglio di Stato n.5156/18, non avendo avuto riscontro di pareri contrari alle note inviate a USR, Comune, CIR e ASL si comunica che a partire da lunedì 7 gennaio 2019 i ragazzi ed i bambini i cui genitori hanno richiesto o che chiederanno di consumare il pasto portato da casa potranno farlo insieme ai loro compagni che usufruiscono del servizio di refezione scolastica entro gli idonei locali adibiti a mensa sotto la normale responsabilità dei docenti accompagnatori. I docenti, oltre alle già previste responsabilità, avranno infatti cura di garantire che il cibo somministrato dalla ditta appaltatrice non venga contaminato né venga in alcun modo a contatto con il cibo portato da casa né, tantomeno, che vi sia scambio di alimenti fra gli alunni adottando soluzioni analoghe a quelle già in adozione per la somministrazione dei cosiddetti “pasti speciali” forniti quotidianamente.

Si precisa che il servizio di refezione scolastica non è gestito dalla Scuola, ma dalla CIR Food, società privata appaltante dal Comune, pertanto eventuali disdette dal servizio andranno comunicate direttamente all’URP del Comune.